Non è certamente “primavera” per Matteo Salvini che, da diversi di mesi, è messo all’angolo sia dai numeri che emergono dai sondaggi, che dai malumori tutti interni alla Lega, tanto per citare i due “cavalli di razza del Carroccio”: Zaia e Giorgetti, di cui quest’ultimo molto critico ultimamente con il Capitano.

E adesso l’ultimo sondaggio di Ixè, commissionato dal programma Cartabianca della Berlinguer, che dà il Pd ad un passo dalla Lega. Infatti, il partito guidato da Nicola Zingaretti viene dato al 22,9 per cento a soli due punti dalla Lega che è al 24,9 per cento, in calo dello 0,7%.

Il boom di consensi lo fa FdI, il partito di Giorgia Meloni che, in una settimana, aumenta il gradimento dell’elettorato di ben 1,8 punti percentuali. In leggero aumento rispetto a una settimana fa, il M5S al 16,8. Forza Italia perde lo 0,7% e va al 7,2%, La Sinistra perde lo 0,4% e scende a 2,8%, in calo di poco, -0,3%, Italia Viva al 2,6%. Piu’ Europa al 2,1%, Europa Verde al 2%, Azione all’1,1%. 

Gradimento leader: in testa sempre il premier Giuseppe Conte al 59 per cento, in leggero calo di un punto. A seguire in netto distacco: Meloni stabile al 35%, Salvini al 31%, Zingaretti al 28%.

Nel grafico in basso è possibile vedere lo storico delle rilevazioni a partire dal voto delle elezioni europee. Dal 32,6%, raggiunto nel novembre scorso, la Lega ha subito un calo negli ultimi sei mesi mentre il Partito Democratico ha cominciato la sua crescita da febbraio. La ripresa delle percentuali del M5S, dopo la clamorosa sconfitta del maggio scorso, è datata marzo. Fratelli d’Italia, invece, come abbiamo detto in precedenza, cresce ininterrottamente sin dall’ottobre dello scorso anno.

(fonte foto ilmessaggero.it)

Avatar
Author